giovedì 2 giugno 2016

Paese mio

 Trafelato vento monello
di un arso pomeriggio estivo.
Cavalcava dai monti con slancio,
s'insinuava indiscreto tra le vie,
sulle finestre, ai portoni.
Sollevava polvere dai vicoli
tra le case,
diffondendo vago sentore
di refrigerio nell'aria.
Uno sguaiato latrare lontano
frangeva densi silenzi
su terrazze trasognanti
di rossi gerani
assorti nella vaghezza del giorno.
Fronde di meli negli orti
di frutti acerbi penzolanti
specchiavano luci ed ombre
a ridosso di cancellate sulla via.
Pomeriggio deserto
di voci e di parole,
s'acquietava la mente pensosa
all'ombra delle cose.
Mie compagne di un tempo,
cornici al giorno di ore e di ricordi.
Paese mio, di quiete e abbandono!
Voglio goder degli attimi suoi
prima che il tempo
si rubi l'ombra mia tra le case.
Anno 2011
Stefania Pellegrini © 
TUTTI I DIRITTI RISERVATI

16 commenti:

  1. davvero bella ed intensa questa poesia..
    nell'emozione di un cuore che sa ancora stupirsi..

    saluti cari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, il tuo commento mi fa molto piacere. Ciao.

      Elimina
  2. Notevole approccio poetico con luoghi e sensazioni del passato, che sanno
    risvegliare,con dolcezza, momenti sopiti nella mente....
    Molto graditi e piaciuti, i tuoi versi Stefania, nonchè la splendida foto
    Un abbraccio, cara,silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia per la piacevole rilettura, ho apprezzato molto. Un abbraccio a te.

      Elimina
  3. Stupenda ed intensa poesia, descritta come acquerello di ricordi che riporta a ritroso nel tempo, risvegliando intensa nostalgia per quei giorni andati, incorniciati dalla bellezza della natura che nel suo splendore era come grappolo di fatate sensazioni che ancora echeggiano nel cuore. Versi graditi che arrivano al lettore emozionandolo. Splendida la foto! Un caro saluto ed un abbraccio Stefania, Grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...grazie, non credevo proprio che la mia poesia fosse capace di smuovere tali sensazioni...e lo apprendo con vero piacere. Un abbraccio a te.

      Elimina
  4. Ci hai letteralmente fatto entrare in un ricordo denso di immagini e di emozioni.....e poi la suggestione fortissima di quel finale: "...prima che il tempo / si rubi l'ombra mia tra le case" : una meraviglia!!!!
    Grazie, cara Stefania!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Annamaria, è una poesia che ho scritto un po' di tempo fa e a cui io non ho mai attribuito merito, nonostante abbia ricevuto due riconoscimenti. Si vede proprio che spesso chi scrive non è in grado di giudicare il suo lavoro. Grazie ancora e un abbraccio a te.

      Elimina
  5. Molto bella e di grande effetto .Un pomeriggio estivo descritto benissimo. Un saluto

    RispondiElimina
  6. Stefania, le tue poesie sono molto belle.
    Complimenti.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gus ti ringrazio, apprezzo molto. Ciao.

      Elimina
  7. La tua poesia mi ha riportato indietro nel tempo risvegliando certi sentimenti di quando andavo in vacanza ad Agordo dove girava anche Claudio Baglioni. Non saprei mai esprimerli come fai tu con questa bella poesia. Complimenti e buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che bello, sono contenta che i miei versi ti abbiano suscitato bei ricordi...immagino. Le vacanze regalano sempre bei momenti. Ti ringrazio Elio, è stato un piacere leggerti.

      Elimina
  8. Ciao Stefania,
    che bella poesia!!! Tocca il cuore questo narrare che permette quasi di rendere palpabile ogni sensazione e con esse anche il vento , le luci e le ombre.
    Buon fine settimana mia cara Un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sono contenta per le impressioni che ha saputo suscitarti la mia poesia, ti ringrazio. Ho apprezzato molto il tuo piacevole commento. Un abbraccio a te.

      Elimina