giovedì 9 novembre 2017

Serena e l'onda

 
Oh fuggire, quale brama
quel pensiero cattura.

C'è un altrove nell'onda
che lenta avviluppa
e la sabbia immobile
silenziosa
pare inghiottire?

Serena dagli occhi grandi
due smeraldi color del cielo
si chiede dove raggiungerla.
Per andare, fuggire là,
verso la linea
che tutto nasconde.

Ha brame di cieli puri
di mari incontaminati,
la noia vorrebbe spazzare
con le speranze
che legge sul mare.

Lame, schegge di luce
un argenteo brillare
su acque cerulee,
lento fluire di un canto
di brezza sconosciuta.

Pagine bianche da riempire
di blu, d'argento
dei riflessi dell'aurora.
Serena insegue il desiderio.

Sogna di cavalcare l'onda.
©Stefania Pellegrini 

TUTTI I DIRITTI RISERVATI ALL'AUTORE

5 commenti:

  1. Molto emozionanti le tue parole!
    Un abbraccio!

    Nuovo post sul mio blog!
    Ti aspetto da me se ti va!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. Visto che sono un'amante del mare, ho apprezzato moltissimoquesti versi, ricchi
    di particolari sfumature d'una speciale natura
    Un abbraccio, dolce Stefania,silvia

    RispondiElimina
  3. Già ... quante volte mi sento come Serena!! Bella!
    Ciao Stefi , un sorriso a te : )

    RispondiElimina
  4. Cara Stefania, ti è bastato una trasmissione televisiva per creare bellissimi versi. Brava!!!
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Carissima, voglio svelarti un mio piccolo segreto: prima di leggere il tuo "quadro narrante", scelgo la musica che ascolterò mentre lo sguardo si perderà dentro all'orizzonte sconfinato delle tue parole.
    E così ascolto, vivo due musiche che si incontrano, due musiche raffinatissime che esplorano il nostro divenire regalandoci profonde riflessioni e verità.
    Scelgo anch'io di "raggiungere l'onda" e come mirabilmente ci racconti " fluire di un canto di brezza sconosciuta"
    Scelgo di ascoltare il canto della vita con le tue parole!
    Un grazie infinito
    Adriana

    RispondiElimina