martedì 22 novembre 2016

Nel mondo delle foglie

"...cade una foglia che
par tinta di sole, che nel cadere ha
l'iridescenza di una farfalla"
Ada Negri
L'autunno e il fascino degli accesi colori della natura, da ogni parte il fogliame ci mostra il suo sgargiante ventaglio, siamo investiti, affascinati dallo splendore che ci circonda. Da sempre i pittori, attraverso le loro tele, i poeti, con le parole, hanno cercato di riprodurre quelle emozioni che questo prorompente spettacolo della mutazione sa svegliare dentro di noi.

Ma qual'è la sua spiegazione scientifica? Perchè le piante cominciano a spogliarsi e mutano di colore?

Dobbiamo tener presente che, il fenomeno si verifica solo nelle fasce temperate, non esiste per esempio, all'equatore o all'estremo nord, cioè dove non c'è una stagionalità ben definita e boschi di latifoglie spoglianti.
Dal punto di vista chimico è la risposta all'imminente inverno: le temperature discendono, diminuiscono le ore di luce e varia l'intensità luminosa.
Grazie alla fotosintesi, fino all'autunno, le foglie sono state il motore della pianta, con il sopraggiungere dell'inverno però, essa deve ridurre la sua chioma, per il rischio che si appesantisca trattenendo la neve, minacciando le branche e la stabilità del tronco. Ecco allora che il freddo spinge gli zuccheri e altre sostanze organiche verso il tronco, mentre la clorofilla, degradandosi, causa il mutamento di colore.
Venendo meno la clorofilla, esaltati per i processi di ossidazione, i pigmenti organici, quali i carotenoidi, le antocianine, i flavonoidi, si manifestano in tutto il loro splendore: il verde scompare, sopraggiunge il giallo, l'arancio, il rosso .

Nella tradizione letteraria dalla Bibbia all'Iliade, all'Inferno dantesco, passando per Mimnermo alla poesia moderna con Rainer Rilke, Percy Shelley, al russo Fedor Tjutcev, per citarne alcuni, e più vicino a noi Giuseppe Ungaretti con la sua quartina “ Si sta come / d'autunno/sugli alberi/ le foglie” il fenomeno è stato sempre associato alla caducità dell'uomo, cercando di coglierne più la loro mortalità che il loro splendore. Eppure la metamorfosi del fogliame è una festa per gli occhi molto suggestiva, non si può restare indifferenti e non essere influenzati positivamente dall'esplosione delle tinte, dalle note manifeste di bellezza, dal concerto del vento mentre le coglie e le trascina via.

Mattino d'autunno
Che dolcezza infantile
nella mattinata tranquilla!
C'è il sole tra le foglie gialle
e i ragni tendono fra i rami
le loro strade di seta.
F. G. Lorca
Gustav Klimt
"Come stirpi di foglie, così le stirpi degli uomini;
le foglie, alcune ne getta il vento a terra, altre la selva
fiorente le nutre al tempo di primavera;
così le stirpe degli uomini: nasce una, l'altra dilegua"
(Omero, Iliade, VI, vv. 146-149; trad. Rosa Calzecchi Onesti)
Vincent Van Gogh
Le foglie cadono
Le foglie cadono, cadono lontano
quasi giardini remoti sfiorissero nei cieli;
con un gesto che nega cadono le foglie.
E ogni notte pesante cade la terra…
dagli astri nella solitudine.
Tutti cadiamo. Cade questa mano
e così ogni altra mano che tu vedi.
Ma tutte queste cose che cadono, Qualcuno
con dolcezza infinita le tiene nella mano.
 Rainer Maria Rilke
Alfred Sisley
 Le foglie
Noi, lieve famiglia,
fioriamo e splendiamo
e tempo assai breve
sui rami restiamo.
Per tutta l'estate
facemmo gran mostra,
giocammo coi raggi,
bevemmo rugiade!...
Ma tacquer gli uccelli,
sfiorirono i fiori,
sbiancarono i raggi,
andaron le brezze.
Cosi, perché invano
qui pendere gialle?
Non meglio è con loro
andare anche noi?
F. Tjutcev
Claude Monet

Albero autunnale
Già matura
la foglia pel sereno suo distacco
discende
nel cielo sempre verde dello stagno.
Nel calmo
languore della fine, l'autunno s'immedesima.
Dolcissima
la foglia s'abbandona al puro gelo.
Sott'acqua
con incessanti foglie va l'albero al suo dio.
(Jorge Guillen)

9 commenti:

  1. Bella questa carrellata di testi poetici associati a dipinti.
    E apprezzabile per me il fatto che il post si apra con Ada Negri con la quale mi vanto di condividere l'origine lodigiana.....
    Grazie cara Stefania e a prestissimo!!!

    RispondiElimina
  2. Che bello questo post sull'autunno !! Io amo l'autunno per il suoi colori e per il caldo che si fa meno intenso. Un saluto

    RispondiElimina
  3. Uno scenario speciale della natura, che hai reso del tutto esclusivo, nel tuo angolo, con liriche di tutto rispetto
    Un abbraccio,Stefania, silvia

    RispondiElimina
  4. Cara Stefania, proprio poco fa mi sono accorto che non ti avevo nel mio blog roll!!!
    ora ci sei! Veramente un post interessante, per me poi che sono un vecchio sentimentale e molto romantico!!! Ciao e buona serata cara amica con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Post a dir poco stupendo con i dipinti ... Complimenti amica mia.
    PS io ci avrei aggiunto la poesia di ungaretti. "Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie" in fondo l'autunno è una stagione di passaggio come la vita...
    Baciobacio cara

    RispondiElimina
  6. Splendido autunno dai colori caldi!
    Splendide poesie!
    Un abbraccio da Beatris

    RispondiElimina
  7. L'autunno ha il suo fascino!
    Serena giornata.

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutti...un bentornato a Tommaso e Anna Di Maria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te di farti sempre trovare con queste delizie. <3

      Elimina